I 5 migliori prodotti per eliminare le blatte

prodotti per eliminare le blatte

Se detesti le blatte perché ti appaiono putride e disgustose, forse non sai qualcosa che te le farà apparire anche peggiori. Oltre al loro aspetto e ai luoghi che frequenta, le blatte hanno due abitudini che ti spingeranno a liberarti di loro prima possibile. Allo stesso tempo queste sono anche il loro punto debole che ti aiuterà a sterminarle. Hai mai sentito parlare della saprofagia e della coprofagia? Sappi che questi scarafaggi le praticano regolarmente.

La saprofagia è l’abitudine per un animale di cibarsi dei cadaveri della propria specie e di altre. Le blatte non buttano via nulla e, quando un loro membro muore, lo fanno a pezzi e lo divorano completamente. Si tratta di un comportamento singolare, che non appartiene a molte specie animali, e che viene usato nelle moderne tecniche di disinfestazione per annientare le colonie alla radice.

La coprofagia, invece, è l’usanza di cibarsi dei propri e altrui escrementi. Anche cani, elefanti, panda, ippopotami, maiali e tanti altri animali usano mangiare gli escrementi e questo nasce spesso da esigenze sanitarie. Ingerire questi scarti digestivi permette di integrare la flora batterica di cui ogni organismo necessita. I migliori prodotti per eliminare le blatte usano la coprofagia e la saprofagia di questi insetti per avvelenare uno o più membri di una colonia ed estenderne gli affetti a tutti gli altri.

Come prevenire le blatte in casa

La guerra a ogni tipo di infestazione consiste essenzialmente nella prevenzione, nell’eliminazione e nel mantenimento dei risultati, e tutte queste strategie sono indispensabili per non avere mai a che fare con questi insetti. Quando qualcosa non ha funzionato nella prevenzione, non ti rimane che risolvere il problema cercando di eliminare le blatte.

Innanzitutto per prevenire l’arrivo delle blatte e la formazione di colonie nella tua casa devi eliminare, se possibile, tutte le cause che le hanno spinte ad entrare. L’igiene precaria è il primo dei motivi che rendono vulnerabile la tua abitazione, mentre la presenza di cibo abbandonato in anfratti della cucina costituisce un altro movente per il loro insediamento.

Anche un facile accesso alla casa è una negligenza che permette a questi scarafaggi di accedere alla fonte di cibo. Se a questo aggiungiamo la presenza di acqua e calore, difficilmente potrai tenere lontana questa minaccia.

Esistono dei repellenti a ultrasuoni per blatte che vengono spesso usati per eliminare questi insetti dalla casa o dal giardino. Ne sconsigliamo l’uso, dato che numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato in maniera chiara ed inequivocabile la totale inefficacia sugli scarafaggi. Rimandiamo alla lettura del nostro articolo “Gli ultrasuoni per scarafaggi funzionano? Tutta la verità“, per maggiori dettagli.

Gli ultrasuoni per blatte, come tutti gli altri repellenti, vanno usati dopo la pulizia totale dei locali e solo per evitare che il problema si ripresenti. Tra tutti i modelli in commercio ti consigliamo il migliore, distribuito da un’azienda italiana.

Come eliminare le blatte in casa

Esistono varie tecniche e prodotti per eliminare gli scarafaggi, e gli scaffali dei supermercati ne sono pieni, ma non sempre rappresentano la soluzione definitiva. Anche se hai spazzato via una dozzina di blatte morte, questo non significa che hai risolto il problema e, tra pochi giorni, sarà tutto come prima.

Quello che deve preoccupare non sono le blatte che vanno in giro per la casa, bensì quelle che stanno rintanate nel nido e nelle decine di uova pronte a schiudersi. Se hai già letto il nostro articolo sul comportamento delle blatte, ti sarai reso conto di quanto, queste blatte, riescano a riprodursi e adattarsi a condizioni estreme. L’uso localizzato di un insetticida è molto valido, ma non risolve il problema.

Per affrontare una corretta disinfestazione bisogna usare un procedimento standard, che è quello che usano gli esperti nel settore e consiste in più azioni congiunte, come:

  • usare un insetticida spray, a lunga durata o concentrato per blatte;
  • disporre delle trappole per blatte nelle zone a rischio;
  • piazzare delle esche per blatte vicino alla colonia.

Come già accennato, in questa fase non dovrai assolutamente fare uso di repellenti di alcun tipo. Tutti i prodotti per eliminare le blatte che userai devono avere come effetto finale la loro morte più o meno rapida.

Insetticidi spray per blatte

Esistono sul mercato molti prodotti per eliminare le blatte e, con queste, numerosi altri insetti infestanti. Essendo molto tossici e necessario evitare di inalarli o toccarli a mani nude e bisogna tenere i bambini o gli animali domestici a debita distanza. I più efficaci sono quelli a base di piretroidi, come il Ciflutrin, che entrano nell’organismo, sia per contatto che per ingestione, e producono nella blatta un blocco del sistema nervoso.

Gli effetti di un’intossicazione sull’uomo sono: emicrania, nausea e debolezza, oltre all’evidente irritazione di mucose e occhi. Questi insetticidi vanno usati anche preventivamente, spruzzandoli nelle zone in cui si posso rintanare gli scarafaggi: dietro i mobili, gli elettrodomestici, ecc.

Insetticidi concentrati per blatte

Gli insetticidi concentrati, a differenza di quelli spray, hanno un effetto più duraturo e una maggiore efficacia. Funzionano come sia come veleno che come repellente e hanno un vantaggio non comune agli altri rimedi, puoi usarlo concentrato direttamente attraverso gli scarichi. Questa soluzione consente di sterminare tutti gli scarafaggi presenti nei pozzi neri e nelle fosse settiche di tipo imhoff con un solo trattamento.

Non è insolito vedere uscire dai tombini questi scarafaggi dopo un trattamento con prodotti simili. Le blatte tentano la fuga perché l’insetticida ha un effetto repellente ma dopo pochi metri muoiono uccise dal veleno.

Insetticidi a lunga durata per scarafaggi

Questi insetticidi sono molto potenti ed efficaci ma vanno usati con molta cautela a causa dell’elevata tossicità per l’uomo e gli animali. Parliamo di un piretroide sintetico chiamato cipermetrina che ha un effetto paralizzante su quasi tutti gli insetti.

Questo piretroide viene largamente usato dalle ditte di disinfestazione ma è disponibile in commercio in concentrazioni fino al 10%. Spesso è presente nelle bombolette spray in concentrazione molto bassa e in accoppiata con la tetrametrina.

Trappole per scarafaggi

Le trappole per scarafaggi sono una soluzione molto valida che dovrebbe essere sempre usata, anche a scopo preventivo. Lasciarne qualcuna dietro gli elettrodomestici o sotto la cucina evita efficacemente le infestazioni. Ogni locale commerciale dovrebbe piazzarla nei luoghi strategici (cucina, dispensa, bagno) per evitare problemi gravi e la chiusura del locale per la deblatizzazione.

Ne esistono diversi modelli in commercio: a colla o a box. Quelle a colla sono le migliori perché la blatta, mentre cerca di raggiungere l’esca, rimane incollata senza possibilità di scampo. Quelle a box, invece, attirano le blatte dentro una camera senza uscita e sono riutilizzabili.

Questo rimedio per eliminare le blatte è sicuro, economico ma non sempre definitivo perché riesce a sterminare solo gli scarafaggi che rimangono intrappolati. Tutti gli altri, specialmente i più piccoli, non escono mai dalla tana e continueranno a proliferare liberamente. Per questa ragione ti consigliamo di usarlo solo insieme ad altri prodotti, come le esche.

Esche per scarafaggi

Questa è sicuramente la soluzione definitiva! Un rimedio intelligente e infallibile per sterminare intere colonie di scarafaggi in modo semplice ed economico. Richiede al massimo 15 giorni per completare la mattanza, ma il risultato è garantito. Questo gel velenoso viene spalmato nelle zone in cui si annidano le blatte e si attende che agisca.

Gli scarafaggi hanno una pessima abitudine, mangiano gli escrementi e i cadaveri dei compagni e questo consente al gel di arrivare a colpire tutti gli esemplari della colonia. Quando, anche un solo esemplare avrà ingerito il gel, questo si propagherà a tutti glia altri.

Altro prodotto che possiamo usare come esca è l’acido borico mescolato con altri alimenti che spingono questi insetti ad ingerirlo. In questo articolo non è stato incluso perché si tratta di un rimedio naturale a cui abbiamo dedicato un intero articolo. Per preparare un’esca naturale dovrai usare i seguenti ingredienti:

  • un cucchiaino di burro di arachidi o lievito di birra;
  • un cucchiaino di acido borico.

Mescola gli ingredienti e fanne delle piccole palline che potrai depositare dietro gli elettrodomestici, ma assicurati che non siano raggiungibili da bambini o animali. L’acido borico può essere maneggiato ma non deve essere ingerito per alcun motivo.

Clicca per votare l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]