Bicarbonato contro i topi, funziona? 8 rimedi per i topi

bicarbonato contro i topi
Bicarbonato di sodio

Aceto, candeggina, canfora, ammoniaca, naftalina. Tutti propongono il loro utilizzo per allontanare i topi o per eliminarli. Anche il bicarbonato di sodio è stato proposto come valido repellente contro topi e ratti. Facciamo un po’ di chiarezza e proponiamo i diversi modi per allontanare questi roditori in modo semplice e senza controindicazioni.

Esistono numerosi siti che parlano dei rimedi naturali per eliminare i topi e tra questi l’uso del bicarbonato di sodio. Senza entrare nel merito delle esagerazioni ecologiste, ci sentiamo di rettificare alcune informazioni che girano senza le opportune verifiche.

Qualche sito pubblicizza questo rimedio per ragioni ecologiste, altri per ragioni economiche. L’uso di sostanze presenti in natura, e non frutto di sintesi da laboratorio, è sempre da preferire per salvaguardare l’ambiente, ma esistono anche altri rimedi simili che non vengono considerati. Anche le motivazioni economiche sono meritevoli: perché spendere somme elevate se puoi raggiungere lo stesso obiettivo con pochi centesimi?

Potrebbe interessarti:

Il bicarbonato contro i topi funziona?

A queste argomentazioni ci limitiamo ad obiettare con un sola domanda: il bicarbonato di sodio funziona contro i topi?

La risposta più corretta sarebbe che il bicarbonato è un repellente contro i topi e i ratti, ma la sua efficacia è molto circoscritta e inferiore ad altri rimedi, anche naturali.

I roditori, trovando sul loro percorso tracce di bicarbonato, lo aggirano facilmente, ma non vengono persuasi ad abbandonare il locale e neanche una grande quantità di prodotto li scoraggerà dal visitare casa tua. Avere la casa disseminata da questa polvere bianca che deve essere rinnovata ogni volta che lavi il pavimento o lo spazzi non è né agevole né economico.

Il calcolo dei costi di una soluzione contro i topi non deve essere fatto sulla base di una sola applicazione, ma su base annuale. Spazzi casa tutti i giorni o passi lo straccio per lavare il pavimento? Se è così dovrai consumare 365 dosi annuali di bicarbonato senza per questo essere sicuro di avere risolto il problema.

Quindi, perché non spendere qualche cosa in più subito, ma meno nel lungo termine, per risolvere il problema in maniera efficace e definitiva?

Abbiamo già affrontato il problema dei rimedi contro i topi e i ratti in precedenza e per brevità ti presentiamo un lista di possibili alternative al bicarbonato di sodio.

8 rimedi per i topi

In questo articolo prenderemo in considerazione i rimedi non solo naturali, ma che rispettino i roditori e l’ambiente circostante. Ci sentiamo di non escludere dal novero l’uso dei gatti anche se questo potrebbe urtare la sensibilità di qualcuno. La capacità predatoria di un essere è senza alcun dubbio un metodo vicino ai dettami della natura.

1) Adottare un gatto

Bicarbonato contro i topi, funziona? 8 rimedi per i topi 1In realtà, adottare un gatto è un rimedio ideale perché in natura prede e predatori bilanciano perfettamente l’ecosistema apportando grandi benefici al complesso ciclo della vita. Inoltre, la presenza di un felino in ambito domestico è una solida garanzia alla completa derattizzazione di casa.

Avere un gatto in casa non significa voler risolvere in maniera cruenta il tuo problema perché la sola presenza di un gatto terrà i topi e i ratti molto lontano dalla tua abitazione. L’odore degli escrementi del gatto nel terreno attorno alla tua casa o nella sua lettiera è un rimedio quasi infallibile.

2) Lettiera del gatto

lettiera gatti usata
Fonte: notoriousxl

Se non vuoi un gatto in casa perché mantenerlo costa ed è un impegno gravoso se vivi in appartamento, puoi sempre ripiegare su una soluzione alternativa, ma comunque efficace e a costo zero: fatti regalare la lettiera usata da qualche amico che possiede un gatto. Sicuramente troverai qualcuno che sarà felice di sbarazzarsi di diversi kg di terriccio umido e maleodorante che potrai riporre in uno o più vasi. Questi vasi vanno riposti in ogni ingresso di casa: davanzali delle finestre, balconi, ecc. e il contenuto deve essere sostituito ogni mese perché il suo effetto tenderà a sopirsi.

3) Ammoniaca

L’ammoniaca è un repellente simile alla lettiera del gatto perché normalmente l’urina del gatto contiene ammoniaca. Questo odore caratteristico dovrebbe indurre i roditori a pensare di avere dei gatti nelle vicinanze e li costringe ad allontanarsi. Ovviamente, l’ammoniaca non è paragonabile all’urina e il topo potrebbe essere più scaltro di quanto si possa credere. Questo sistema rappresenta quindi la terza scelta tra le tre precedenti ma dà comunque buoni risultati.

4) Menta piperita

Questo rimedio è molto efficace perché confonde il topo grazie al disturbo che arreca al suo olfatto. I topi si orientano seguendo la scia di feromoni rilasciati da altri topi e seguono il percorso già praticato da altri. Questo olio essenziale fa perdere l’orientamento e costringe il topo a tornare indietro.

Per applicare questa essenza si può usare un vaporizzatore (es. vecchio deodorante spray senza gas) riempiendolo con 100 ml di alcool o un vecchio profumo non utilizzato, a questo si aggiungono dalle 50 alle 100 gocce di olio essenziale. Questo composto può essere spruzzato dietro i mobili e i divani e in tutti quei potenziali accessi alla tua casa.

Si può anche versare qualche goccia di olio essenziale su piccoli batuffoli di cotone che vanno riposti in vari punti della casa.

5) Foglie di alloro

La stessa tecnica della menta piperita può essere usata per distribuire l’olio essenziale di alloro. L’alloro in foglie si può sbriciolare e distribuire oltre che nei potenziali percorsi dei roditori anche nei cassetti e negli armadi.

Queste soluzioni a base di aromi naturali conferiscono all’ambiente un piacevole odore che dura diversi giorni. Quando sentirai che l’ambiente ha perso l’aroma, dovrai ripetere il trattamento.

6) Pianta di ruta contro i topi

La pianta di ruta è un ottimo rimedio per tenere lontani ratti e topi e va coltivata in giardino o in vasi all’esterno di casa. Produce bellissimi fiori gialli. Puoi disporre piccoli rametti in casa o gli stessi fiori che produrranno un ambiente sgradito a questi roditori.

7) Trappola per topi

Le trappole per topi sono un rimedio infallibile e non uccidono il topo o il ratto a condizione che vengano controllate periodicamente per evitare che muoia di fame al suo interno.

Esistono diversi modelli in commercio che hanno un funzionamento simile e si sono dimostrati efficaci.

Ti basterà posizionare del formaggio o del cioccolato all’interno della trappola per catturare la preda che potrai trasportare lontano da casa tua per essere liberata.

8) Repellente a ultrasuoni per topi

I repellenti a ultrasuoni danno, a nostro parere, migliori risultati di tutte le altre tecniche naturali. Funzionano disturbando l’udito del topo che, non sopportando quel tipo di frequenza, deve necessariamente abbandonare quel luogo.

I vantaggi dei dissuasori a ultrasuoni sono: il basso costo, il vasto raggio di azione (anche all’esterno), il consumo ridotto e la lunga durata negli anni. Acquistando un simile apparecchio ci si assicura la derattizzazione per stalle, palestre, cucine, giardini, tetti, garage, ecc.

Sarà importante calcolare il numero di dispositivi da installare in casa in base anche al raggio d’azione. Per l’esterno esistono anche alcuni modelli a batteria e hanno un grande vantaggio, quello di allontanare pure altri insetti e parassiti.

Recentemente sono stati introdotti anche dei sistemi repellenti che uniscono gli ultrasuoni alle onde elettromagnetiche per migliorare il disturbo all’apparato uditivo di questo animale e per migliorare l’effetto di disorientamento.

Francamente, l’introduzione di ulteriori onde elettromagnetiche nella nostra casa, in aggiunta a quelle che già ci irradiano quotidianamente, e la comprovata efficacia dei dissuasori di tipo sonoro ci fanno propendere verso i classici apparati sonori.

Clicca per votare l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]