Topi sul tetto e in soffitta, eliminarli in 3 mosse

Scacciare i topi dal tetto
Fonte: Luca Biada

Se senti degli strani rumori provenire dalla soffitta, o dal tetto, probabilmente sei vittima di qualche topo o ratto che ha deciso di stabilirsi da te. Quando i topi si nascondono in soffitta o sul tetto non passano affatto inosservati perché emettono rumori e lasciano tracce della loro presenza. Se vuoi eliminare i topi sul tetto o in soffitta, questa guida tornerà molto utile.

Prima di tutto devi assicurarti che i rumori che senti non siano dei tarli, dei pipistrelli o dei volatili. L’unico modo per capirlo è quello di ispezionare il tetto. Spesso, alcuni indizi possono condurre a cause totalmente diverse e nel tetto troverai qualcosa di totalmente diverso da quello dai topi o i ratti.

Sono poche le specie di topo che si annidano sui tetti. È molto raro, se non impossibile, trovare un ratto di fogna in una parte così alta della casa. I ratti di fogna non vanno mai nei solai degli edifici ma si limitano a cercare cibo nei piani bassi.

I frequentatori abituali dei tetti sono quasi sempre i Topi comuni (Mus musculus), i Topi selvatici (Apodemus sylvaticus) e i Ratti dei tetti (Rattus rattus).

Il Rattus rattus, o Ratto nero, o Ratto comune ha diversi nomi che gli sono stati assegnati per i luoghi in cui solitamente viene rinvenuto. Tra i nomi più significativi troviamo, appunto, Ratto dei tetti, per la sua propensione a rifugiarsi nei luoghi alti. Gli alberi, le palme e i tetti sono il suo habitat ideale in cui costruire il nido.

Le motivazioni che portano i topi sul tetto o nelle soffitte sono quasi sempre le stesse e sono legate alla loro sopravvivenza e a quella della loro prole:

  • un luogo caldo;
  • un rifugio dai predatori;
  • cibo in abbondanza.

Questi roditori preferiscono dei locali ricchi di stoffa, carta, legno, cartone, o qualsiasi altro materiale idoneo a creare dei rifugi caldi. Inoltre, devono essere non facilmente raggiungibili dai suoi predatori più temuti, il gatto e l’uomo.

Potrebbe interessarti:

Mossa 1: Come cercare i topi sul tetto

Prima di tutto procurati gli strumenti necessari all’ispezione che ti torneranno molto utili e che eviteranno conseguenze anche per la tua salute. Visitare un locale al buio e a mani nude è l’ultima cosa che dovresti fare.

  1. Usa una torcia elettrica.
    Anche in presenza di una locale illuminato avrai bisogno di ispezionare anfratti non ben visibili, quindi una lampada tornerà molto utile.
  2. Usa guanti monouso.
    L’uso di guanti usa e getta è altamente raccomandato perché nulla di quel locale dovrà essere toccato. I topi sono dei roditori molto pericolosi e ancora più pericolose sono le feci e le urine.
  3. Evita la fuga.
    Una cosa che non devi dimenticare di fare è quella di chiudere dietro di te l’apertura dalla quale sei entrato. Questa operazione è molto utile per non fare uscire il topo dal sottotetto o dalla soffitta dandogli l’accesso alla casa.
  4. Controlla i danni.
    I ratti e i topi, sul tetto creano molti danni per l’abitudine che hanno di affilare continuamente i denti. Come tutti i roditori, i denti dei topi crescono all’infinito e devono essere levigati e accorciati.
  5. Porta con te un gatto.
    Se ne possiedi uno, portalo con te, sarà felice di aiutarti e di poter giocare con un topolino.
  6. Cerca le impronte.
    I topi sul tetto lasciano una quantità infinita di impronte sulla polvere che noterai immediatamente.
  7. Cerca gli escrementi.
    Se il topo è presente te ne accorgerai subito perché vedrai escrementi in giro. Ogni giorno un topo rilascia una settantina di pezzi di escremento di circa 1 cm. Quindi se il topo è in soffitta da mesi, potresti ritrovare pavimenti e oggetti interamente rivestiti di feci!

Una volta che sarai sicuro di avere un’infestazione da topi sul tetto, richiudi il locale e attrezzati di tutte le “armi” che ti occorrono. Ti consigliamo di procedere per zone, spostando ogni singolo oggetto che trovi nel sotto-tetto ed esaminandolo con attenzione a caccia di escrementi.

topi sul tetto legno
Fonte: NY State IPM Program at Cornell University

Quando avrai trovato questi indizi o degli oggetti rosicchiati, avrai la certezza di avere uno o più topi in casa e dovrai procedere alla sua eliminazione.

La prima scelta che dovrai fare sarà: uccidere il topo o catturarlo? Se vorrai eliminarlo, ci sono molte opzioni disponibili mentre se il tuo obiettivo e liberartene senza fargli del male, le opzioni saranno molto limitate.

Mossa 2: Eliminare i topi sul tetto

Ci sono diversi prodotti in commercio che aiutano a eliminare i topi e questi hanno dimostrato di funzionare egregiamente. Non dovrai ricorrere, quindi, a ditte specializzate di derattizzazione che spesso hanno dei costi notevoli, ma basterà un piccolo investimento per fare un buon lavoro. Tra i dispositivi e le tecniche più usate esistono le trappole e il veleno.

Abbiamo già testato le trappole per topi in precedenza e abbiamo individuato le migliori in commercio. Quindi, se non sai come funzionano o vuoi saperne di più, ti invitiamo a leggere “le migliori trappole per topi e ratti“.

Trappole per topi elettriche

Le trappole per topi elettriche sono dei contenitori in cui si inserisce del cibo apprezzato dai topi (es. cioccolato o burro di arachidi) e una volta collegate alla corrente elettrica sono pronte per fare il loro lavoro. Quando il topo si introduce all’interno della trappola viene investito da una scarica elettrica che lo elimina istantaneamente.

Trappole per topi elettriche a cattura multipla

Le trappole per topi elettriche a cattura multipla sono identiche alle precedenti ma hanno il grande vantaggio di uccidere una quantità maggiore di topi senza l’intervento mano. Alcuni modelli contengono fino a 10 topini nel serbatoio di raccolta.

Trappole per topi a scatto

Le trappole per topi meccaniche sono le classiche tavolette di legno con la molla a scatto che siamo abituati a vedere nei cartoni animati. La molla, scattando, spezza il collo dell’animale o gli schiaccia la gabbia toracica, portandolo rapidamente alla morte. Abbiamo creato una guida sulle migliori trappole a scatto che aggiorniamo ogni mese, se sei interessato puoi consultarla.

Trappole per topi a scatto multi-kill

Le trappole per topi a scatto multi-kill sono degli spietati serial killer. Alcuni dispositivi riescono a sterminare topi senza mai fermarsi, mentre altri, che usano un propellente a gas, hanno un numero limitato di uccisioni. Quando il propellente si esaurisce bisogna sostituire la cartuccia.

Trappole per topi a colla

Le trappole per topi a colla sono delle soluzioni molto semplici ed efficaci. Ne esistono di pronte all’uso che potrai piazzare in tutta la casa, oppure, potrai acquistare la sola colla da applicare su del cartone o su una tavoletta di legno.

Scatole con esca topicida

Anche le stazioni di avvelenamento per topi hanno una funzione simile solo che all’interno, invece del cibo si inserisce una busta di veleno. La scatola ha una funzione di sicurezza, evita che bambini o animali domestici possano toccare e ingerire il veleno che viene collocato all’interno della scatola. Anche in questo caso il risultato è garantito. Altro accorgimento importante è di verificare periodicamente il contenuto della scatola per rimuovere l’eventuale vittima all’interno e ricominciare la caccia al topo fino a quando la scatola rimarrà vuota con il veleno intatto. In questo caso la derattizzazione è terminata.

Trappole per topi a gabbia

Con le trappole per topi a gabbia non dovrai preoccuparti di nulla perché il topo rimarrà intrappolato all’interno cercando di raggiungere l’esca. Sarà tua cura, poi, portarlo distante da casa per essere liberato. Esistono molti modelli di trappola, tutti molto efficaci e hanno tutte un costo contenuto. Eviterai una spesa elevata per la derattizzazione eseguita da una ditta professionale.

Anche di queste trappole redigiamo delle recensioni mensili in una guida, che ti aiuterà a scegliere la migliore.

Trappole per topi a secchio

Esistono dei prodotti molto economici che puoi trovare nei negozi on-line. Se sei uno smanettone e ti piace il fai-da-te, possiamo mostrarti delle ottime soluzioni che, con poca spesa, ti permetteranno di ripulire interi locali da ogni genere di roditore, anche di taglia medio-grande. Ecco una breve carrellata di video su come costruire una trappola casalinga con materiali di scarto.

Trappole per topi fai-da-te

Esistono dei prodotti molto economici che puoi trovare nei negozi on-line. Se sei uno smanettone e ti piace il fai-da-te, possiamo mostrarti delle ottime soluzioni che, con poca spesa, ti permetteranno di ripulire interi locali da ogni genere di roditore, anche di taglia medio-grande. Ecco una breve carrellata di video su come costruire una trappola casalinga con materiali di scarto.

Mossa 3: Evita che tornino i topi sul tetto

Esistono dei metodi per scacciare i topi sul tetto senza ucciderli o, comunque, dei rimedi “naturali”. Queste soluzioni non sono meno efficaci delle precedenti, anzi è vero il contrario. Infatti, alcuni dispositivi non solo eliminano i ratti e i topi sul tetto ma ne impediscono il ritorno, creando una barriera protettiva invalicabile.

Usa i repellenti a ultrasuoni per topi

Gli ultrasuoni per topi sono apparati che emettono suoni ad alta frequenza, molto sgraditi ai topi e che ne causano la fuga. Alcuni di questi hanno lo svantaggio di usare solo una frequenza e solitamente il topo si abitua velocemente e resiste alla tentazione di andare via dal vostro tetto. I modelli migliori, invece, hanno una frequenza variabile che ne impedisce l’assuefazione allontanando l’ospite indesiderato.
Consulta il nostro articolo 5 Migliori ultrasuoni per topi da interno in cui abbiamo testato molti prodotti e selezionato solo quelli che ci hanno soddisfatto. Per una trattazione più ampia su questi dispositivi repellenti abbiamo pubblicato una guida sugli ultrasuoni per topi e ratti che elenca pregi e controindicazioni.
Tra i difetti possiamo annoverare i tempi di azione. Gli ultrasuoni non hanno un effetto immediato nella rimozione dei roditori in soffitte piene di nascondigli e materiali fonoassorbenti. Quando i topi trovano un rifugio dentro le intercapedini dei muri o tra vestiti, stoffa e cartone, il suono arriva molto smorzato al loro apparato uditivo, riducendone l’efficacia repellente.
Per tale problematica, suggeriamo sempre di usare delle tecniche miste: L’uso di trappole per catturare gli animaletti e la successiva installazione degli ultrasuoni per topi per evitarne il ritorno.
Riponilo nel locale da bonificare e attendi qualche giorno finché non sentirai più i rumori di presenza topi sul tetto. Prima però ti devi accertare che il topo possa trovare una via di fuga. Se è entrato da un foro nel tetto non è detto che ora possa uscire perché nel frattempo può essere cresciuto e non riuscirà ad uscire da dove è entrato.

Usa i repellenti naturali

Per eliminare i topi sul tetto puoi usare un flaconcino di olio essenziale di menta piperita che trovi facilmente in erboristeria.
Questo estratto deve essere diluito in alcool e versato in un nebulizzatore. Puoi usare un vecchio profumo che non usi e aggiungere la menta piperita al suo interno.
Aspergi tutto il locale da liberare specialmente nelle zone più nascoste, dove i topi trovano rifugio e tieni una via di fuga aperta per consentirgli l’uscita. Esci dal locale e attendi qualche ora.

gatto contro i topi sul tetto
Fonte: Gennaro Visciano

Adotta un gatto
Adottare un gatto è una scelta impegnativa perché comporta cura e dedizione. Questo felino ha la tendenza a impadronirsi dei tuoi spazi e dovrai condividere con lui quasi ogni cosa. Chi non è abituato ad avere un gatto in casa farà meglio a farsi consigliare e capire a cosa va incontro. Il lato positivo della loro presenza è la garanzia, pressoché totale, di non avere topi sul tetto e in tutta la casa.

 

Clicca per votare l'articolo
[Totale: 2 Media: 5]