Defangatore magnetico al migliore prezzo

defangatore magnetico

Quando la tua caldaia non riscalda l’acqua come vorresti o subisce continue interruzioni e interventi da parte di un tecnico, probabilmente hai dei seri problemi di intasamento nel sistema di scambio termico. Questo succede perché nel tuo impianto non hai installato un defangatore magnetico che sia capace di trattenere tutto lo sporco che viaggia insieme all’acqua. Sabbia, fango e residui metallici percorrono le condotte e i radiatori, tali residui possono compromettere la caldaia in maniera lenta e silenziosa.

Il defangatore magnetico è uno strumento con un prezzo davvero irrisorio che protegge efficacemente la pompa, lo scambiatore di calore e le tubature. Puoi montarlo nel tuo impianto di riscaldamento, anche senza l’aiuto di un professionista. Esistono defangatori in plastica, in alluminio, in ottone, ciclonici, magnetici. Tutti questi svolgono la stessa funzione di filtraggio dell’acqua e rimozione dei metalli attraverso un magnete posto al loro interno.

Se non sei in grado di installarlo da te puoi sempre rivolgerti al tuo idraulico di fiducia, che ti fornirà il suo defangatore ad un prezzo spesso maggiorato, ma se vuoi risparmiare, sarà bene scegliere il migliore sul mercato e trovarlo al prezzo più basso. Questa ricerca ti farà risparmiare tanto denaro e non sarai costretto a sostituirlo dopo pochi anni perché si è danneggiato. In questa guida cercheremo di descrivere come funziona un defangatore ciclonico e magnetico, come puoi installarlo e dove è conveniente acquistarlo.

A cosa serve un defangatore magnetico e come funziona

Il filtro defangatore è un dispositivo che si installa nella caldaia per prevenire guasti, malfunzionamenti o perdite di efficienza che comportano esborsi di denaro, anche molto alti.

I defangatori rientrano nella categoria dei depuratori di acqua, ma non sono paragonabili ai sistemi di microfiltrazione, poiché il loro compito è solo quello di rimuovere, in maniera grossolana, le impurità più vistose che possono danneggiare le parti meccaniche dell’impianto. Però non si tratta di un semplice filtro che cattura piccole e grandi solidi sospesi nella tua acqua, ma di un ingegnoso sistema di depurazione attraverso i seguenti procedimenti:

  • Rallentamento del flusso. L’acqua entra all’interno di una camera più grande della tubature, che ne rallenta temporaneamente il flusso.
  • Moto ciclonico. La forma interna del filtro agevola il moto vorticoso del liquido e il deposito delle particelle più grandi in un vano dedicato, che evita l’otturazione del filtro.
  • Filtrazione. Il filtro (normalmente da 500 a 50 μ) cattura le impurità.
  • Attrazione magnetica. Le particelle ferrose vengono attratte da uno o più magneti posti dentro la camera ciclonica.
  • Post-filtrazione. Alcuni defangatori possiedono più filtri a diversa porosità, molto simile agli stadi di un depuratore. Il primo filtro si occupa dei solidi più voluminosi e il secondo, che va ripulito con maggiore frequenza, si occupa di quelli più piccoli.

I 5 Migliori defangatori magnetici di questo mese

Come scegliere un defangatore magnetico

Esistono grandi differenze tra i defangatori e, nonostante il prezzo, alcuni svolgono più efficacemente la loro funzione. Non serve acquistare costosi pezzi di ottone se non riescono a catturare il fango che attraversa la caldaia, spesso dei piccoli ed economici dispositivi svolgono meglio il loro lavoro e sono anche più semplici da pulire.

Ecco cosa cercare in un buon defangatore magnetico:

  • Magnete grande. La presenza di un grosso magnete centrale garantisce un maggiore potere attrattivo e una vasta superficie di deposito delle scorie metalliche. La manutenzione sarà saltuaria perché si intaseranno molto più tardi.
  • Magnete estraibile. La facilità di estrazione del magnete facilità la pulizia perché le particelle ferrose verranno via prima, specialmente se è presente una calza che ricopre il magnete. Basterà, quindi, sfilare la calza per lavarla rapidamente.
  • Effetto ciclonico. Il moto ciclonico permette all’acqua di distribuire i metalli lungo l’intero magnete, aumentando l’efficacia del dispositivo.
  • Manutenzione semplice. Dato che dovrai pulire spesso il filtro per garantire un flusso costante, la manutenzione deve essere fatta senza l’ausilio di un tecnico. Pertanto, più è semplice e meno spenderai per gli interventi di terzi.
  • Montaggio in varie posizioni. Non sempre troverai le condizioni ideali per il montaggio di un defangatore a causa delle tubature non idonee a certi modelli di filtro. L’acquisto di un defangatore installabile in orizzontale, verticale o obliquo, ti garantisce un’installazione più rapida e meno costosa.
  • Ingombro ridotto. Alcuni defangatori sono molto voluminosi e non possono essere applicati alle tue tubature. Un defangatore piccolo, ma di buona qualità, ti consente spesso le stesse prestazioni di uno più grande e costoso.
  • Più filtri in dotazione. Alcuni modelli arrivano con varie maglie a corredo. La maglia filtrante più fitta trattiene più detriti ma si satura più rapidamente. La presenza di 2 o 3 filtri ti consente di procedere alla pulizia dell’impianto a più livelli di filtrazione in maniera graduale.

Di tutte queste funzioni, le più importanti sono sicuramente quella magnetica e quella ciclonica. Il magnete è il cuore del defangatore e l’effetto ciclonico deve riuscire a convogliare l’acqua attorno ad esso per catturare il fango. La maglia deve essere metallica e molto vicina al magnete, poiché estende la capacità di attrazione, elettrizzandosi.

Normativa sui defangatori, è davvero obbligatorio?

Precisiamo che il defangatore non è affatto obbligatorio anche se la normativa vigente richiede un trattamento delle acque per uso tecnico (per il riscaldamento), ma questa regolamentazione riguarda la durezza e non l’eventuale presenza di solidi sospesi. Tuttavia, esistono delle clausole imposte da molti produttori di elettrodomestici che li svincolano da guasti causati dalla presenza di detriti nell’impianto.

Molti di noi sono rimesti sorpresi quando il tecnico ha invalidato la garanzia a causa di uno sbalzo di tensione elettrica o per un accumulo eccessivo di detriti che hanno danneggiato la pompa o lo scambiatore termico. Solo dopo questa spiacevole esperienza hanno installato uno stabilizzatore di tensione e un filtro defangatore magnetico e ciclonico per preservare il loro investimento. Con pochi euro puoi prevenire dei guasti che possono costarne anche migliaia!

La normativa, invece, è diversa per il trattamento chimico dell’acqua per uso tecnico. La legge impone l’uso di un addolcitore di acqua quando si verificano alcune condizioni. Per questo ti invitiamo a leggere la nostra guida che illustra i vantaggi e gli svantaggi dell’istallazione di un sistema di trattamento per la riduzione della durezza dell’acqua.

Dove si monta il defangatore

Il defangatore magnetico per caldaia si monta nel ritorno della caldaia perché deve rimuovere tutte le particelle ferrose che sono state raccolte durante il ricircolo dell’acqua attraverso i radiatori. Tutti i termosifoni i acciaio, ghisa e alluminio rilasciano dei residui di corrosione e ossidazione che devono essere espulsi per mantenere efficiente l’impianto.

Il montaggio può avvenire sotto la caldaia o intercettando la tubatura di ritorno. Nel primo caso dovrai optare per un modello di dimensioni ridotte a causa dello spazio disponibile, mentre nel secondo caso puoi montare un defangatore grande di tipo ciclonico che offre migliori prestazioni.

Come pulire un defangatore magnetico

La procedura di pulizia del defangatore è molto semplice e potrà essere eseguita da chiunque non abbia attrezzi e competenze nel bricolage. Quando il filtro è ormai saturo e il magnete si presenta colmo di ferrite, bisogna procedere allo spurgo del filtro per ridare nuovo vigore al defangatore.

Molti defangatori hanno i magneti removibili, e la pulizia sarà molto più semplice perché il metallo si depositerà immediatamente sul fondo insieme alle impurità o potrà essere rimosso estraendo il magnete.

Poi basterà aprire il rubinetto del defangatore magnetico per fare fluire tutto lo sporco e il metallo in un piccole recipiente, finché tutto lo sporco non sarà eliminato.

Questo è sicuramente il metodo più semplice di pulizia, la maggior parte dei defangatori magnetici necessita di essere smontato e lavato accuratamente. Ti sconsigliamo di acquistare dei modelli che richiedono attrezzature particolari (estrattori o chiavi), i più semplici da pulire richiedono pochi o, addirittura, nessun utensile.

In commercio esistono decine di prodotti con caratteristiche simili, dai semplici filtri ai più complessi defangatori magnetici con o senza bypass. La scelta di avere un bypass consente la continuità del flusso d’acqua, negli altri casi, invece, dovrai interrompere il flusso di acqua per procedere alla pulizia.

Prezzo del migliore defangatore magnetico

Il prodotto che ti consigliamo è tra i più economici sul mercato ma è anche il più usato per la sua efficacia nel catturare il fango della tua caldaia. Supera di misura la maggior parte dei suoi rivali perché possiede tutti i requisiti che si possono desiderate in un defangatore.

Defangatore Sotto-caldaia RBM MG1
153 Recensioni
Defangatore Sotto-caldaia RBM MG1

Filtro defangatore magnetico SUPER COMPACT RBM MG1 per caldaia super-compatto (12cm), perfetto per le applicazioni sotto-caldaia, dove gli altri defangatori non possono essere installati per via delle loro dimensioni maggiori. MG1 è la miglior soluzione per risolvere i problemi dovuti alla presenza di particelle come ruggine e sabbia che si formano per via della corrosione durante il normale funzionamento dell’impianto.

Mediante il suo percorso nella caldaia, il fluido è costretto ad attraversare diverse zone che ne alterano il moto e ne filtrano il contenuto. Questa improvvisa variazione rallentano il fluido e le particelle in esso sospese, e qui il magnete all’interno del cilindro attrae tutte le impurità ferrose, mentre le particelle non magnetiche sono filtrate e trattenute dalle maglie della cartuccia filtrante.

Le opinioni autorevoli sul defangatore magnetico

Una buona recensione su questi prodotti è quella pubblicata nel canale Simon Silver Caldaie che ha testato numerosi prodotti in modo davvero professionale. Ringraziamo l’autore per l’ottimo lavoro svolto e per i suoi preziosi suggerimenti.

Il defangatore magnetico autopulente

I defangatori autopulenti sono usati nelle centrali termiche degli impianti di climatizzazione di medio-grandi dimensioni e sono totalmente automatizzati. Montare in casa un impianto di queste dimensioni con costi molto elevati non è certo la migliore soluzione.

Tutto il procedimento di bypass e di risciacquo del filtro e dei magneti è affidato ad una centralina automatica e i residui terrosi e ferrosi vengono inviati allo scarico delle acqua grigie. Per maggiori informazioni possiamo invitarti a leggere la pagina dedicata al DirtMagClean della Caleffi o alla visione del video sul suo funzionamento.

Clicca per votare l'articolo
[Totale: 3 Media: 5]