Topi in casa, 7 indizi per accorgersene

topi in casa
Fonte: FLICKR

Ti svegli nel cuore della notte per degli strani rumori provenire dai muri o dal tetto e non riesci a capire chi li provoca, poi trovi strane tracce di zampette e odore di urina e feci. Infine, rovisti tra i vecchi ricordi conservati è ti rendi conto che non è rimasto quasi nulla, a parte la completa devastazione e il sudiciume di qualche animale che a deciso di farne la sua casa. Gechi, tarme, scarafaggi e topi sono esseri infestanti che riescono a trovare alimento in ogni cosa e non si arresteranno fino a quando non troveranno del cibo per sé e la loro prole.

A volte è veramente difficile capire se la casa è invasa dai topi, anche se gli indizi sono evidenti e può anche essere utile capire quanti ce ne sono in casa e a quale specie appartengono. Le tecniche e i rimedi contro i ratti di fogna sono diverse da quelle del classico topo domestico ed è determinante sapere con chi hai a che fare, per rispondere adeguatamente a questa minaccia.


Potrebbe interessarti:


Ma la presenza di rumori o escrementi non sempre significa la presenza di topi, anche le colombe, i gechi e i pipistrelli possono lasciare escrementi simili a quelli dei topi o fare gli stessi rumori, quindi è bene capire se ci sono topi in casa e come accorgersene. Esistono numerosi indizi che dovrebbero metterti in allarme, alcuni sono addirittura delle prove evidenti che un topo ti ha fatto visita e che devi prendere provvedimenti.

  1. Tracce di pipì di topo. L’urina dei topi è facilmente riconoscibile per il suo odore e colore. Se in un ambiente percepisci un forte odore di ammoniaca potresti trovarti in presenza di questi roditori. Si tratta di un indizio ma non di una prova. Sia in colore che l’odore della pipì di topo non possono appartenere anche ad altri animali.
    Presta sempre molta attenzione a questi liquidi perché trasmettono malattie, come la leptospirosi, anche se provengono da alcuni uccelli. Quindi, se hai toccato pipì di topo o delle macchie giallastre sulle superfici che stai ispezionando, corri subito a lavarti con prodotti antibatterici.
  2. Escrementi di topo. Gli escrementi di topo sono molto simili a quelli del ratto o di altre specie di topi. I ratti hanno una produzione di feci più grandi che arrivano fino a 1,5 cm di lunghezza mentre i topi espellono feci di circa 0,5 cm. In entrambi i casi sia i colore che la forma sono simili.
    Escrementi di Topi e Ratti
    Escrementi di Topi e Ratti

    Il colore delle feci dei topi e dei ratti è nero se queste sono fresche ma possono essere anche colorate di verde o celeste se i topi hanno ingurgitato del topicida. In quest’ultimo caso, aspettatevi di trovare in giro dei topi morti. La cacca di topo secca è di colore grigio ed è ancora pericoloso anche se la sua carica batterica è diminuita.
    La forma delle feci di topo e di ratto è simile a un chicco di riso leggermente arcuato a forma di banana ma esistono escrementi simili a quelli dei topi. Alcuni animali come il pipistrello albolimbato, l’orecchione e il serotino lasciano escrementi simili per forma e dimensioni alle 30 specie di topi e ratti presenti in Italia.

  3. Macchie e impronte. I topi hanno una vista molto scarsa e di conseguenza usano il perimetro del locale per meglio orientarsi e, successivamente, la scia del loro odore per meglio ritrovare la strada di ritorno. Quindi, è molto più facile trovare delle tracce di sporco in queste zone che i topi lasciano strofinando il loro manto.
    Questa sporcizia è utile per seguire i roditori fino alla loro tana o ai luoghi in cui cercano cibo. Le impronte dei topi in casa sono rilasciate dalle zampette e dalla coda dell’animaletto e saranno più visibili in luoghi in cui vi è polvere o sporcizia, dalla dimensione e dalla forma dell’impronta puoi capire se hai a che fare con un topo, un ratto o altro animale.
  4. Rumore in casa. Anche il rumore che percepisci nei momenti di silenzio è un buon segnale della loro presenza. I momenti migliori sono quelli notturni, sia perché ti trovi in orari in cui l’ambiente è solitamente più silenzioso, sia perché proprio in quei momenti i topi si muovono per cercare cibo.
    Anche altri animali come tarli, ghiri, pipistrelli e altri volatili producono rumori simili e la cosa migliore da fare sarebbe quella di individuare la zona da cui proviene il rumore e ispezionarla.
    Il rumore di veloce sfregamento e spostamento repentino appartiene quasi sicuramente a un topo o a un ratto.
  5. Mobili e oggetti rosicchiati. Trovare le gambe di un tavolo o di una sedia rosicchiati significa che, non solo abbiamo un topo in casa ma che questo è tanto affamato da arrivare a mangiare il legno o la plastica.
    Questi roditori hanno delle preferenze alimentari e tra due o più alimenti riescono a fare una scelta precisa e ponderata.
    Da uno studio condotti anni fa è emerso che diversamente da quanto si crede, i topi preferiscono il cioccolato e non il formaggio. Usare il formaggio come esca per le trappole non è sbagliato perché, lasciandolo per e temperatura non refrigerata emette un forte odore che si propaga più efficacemente nell’ambiente.
  6. Nidi di topo. Quando i topi colonizzano una casa, cominciano a creare dei nidi che usano per la propria sopravvivenza e per la riproduzione. Trovare un nido con attorno tracce di escrementi significa che l’infestazione è in corso o recente. Il nido di topo è composto prevalentemente da pezzi di tessuto o di giornale o altro materiale che possa rappresentare un isolante per le alte e basse temperature come paglia, foglie e pelo.
    Rimuoverlo comporterà solo lo spostamento del roditore verso un’altra parte della casa e quindi consigliamo di usare questa scoperta per prendere le contromisure necessarie, per esempio la collocazione di trappole o veleno.
    Puoi anche usare dei rimedi naturali per eliminare i topi o per tenerli lontano dalla tua casa oppure adottare soluzioni più drastiche ed efficaci, per questo abbiamo creato delle semplici guide per raggiungere questo obiettivo.
  7. Topi in casa morti. La presenza di topi in casa morti è una cosa molto grave perché sono un segnale che l’infestazione sta dilagando. Trovarli a spasso per la casa indica che il loro numero è fuori controllo e che, anche in pieno giorno, sono a caccia di cibo diventato scarso, ma può anche significare che qualcosa ha disturbato il loro rifugio.
    Inoltre, trovare topi morti a casa significa che la colonia di roditori è talmente vasta che il cibo a disposizione nella casa non è sufficiente per tutti e i topi più forti eliminano i più deboli per sopravvivere.

Una volta che hai accertato la presenza di uno più topi in casa, è arrivato il momento di procedere allo loro eliminazione con le trappole e i repellenti, o il loro allontanamento con vari rimedi, anche naturali. Successivamente dovrai pulire casa per evitare possibili e, infine, dovrai evitare che questi sgraditi ospiti possano tornare in casa.

Quando il topo ha deciso di stabilirsi nella tua casa, lo ha fatto per una ragione precisa e solo eliminando la causa i topi smetteranno di entrare. Se questa causa non può essere eliminata, ti consigliamo di usare dei repellenti come i dissuasori ad ultrasuoni per interni.

Clicca per votare l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]